I Coloni di Catan

5553a62a2c760d74a2da3c6dd3f7d0ec.jpgI Coloni di Catan

Ne I Coloni di Catan i giocatori devono colonizzare un’isola costruendo colonie, città e strade di collegamento.

L’isola viene generata in maniera random a ogni partita, distribuendo casualmente i tasselli esagonali che la compongono. Ogni tassello rappresenta uno dei diversi terreni disponibil (foreste, cave di argilla, di roccia, campi di grano e pascoli di pecore). Su ogni tassello viene posizionato un gettone numerato da 2 a 12.

A ogni round il giocatore lancia una coppia di dadi. Il numero estratto indica il terreno che produrrà risorse in quel turno. Tutti i giocatori che hanno colonie o città confinanti col terreno ricevono le materie prime.

Con diverse combinazioni di materie prime il giocatore poi può, durante il suo turno, costruire nuove colonie, strade o città. Per farlo può utilizzare le risorse in suo possesso o scambiarle con gli altri giocatori, se questi sono disponibili.

Ogni costruzione assegna dei punti vittoria e il primo giocatore che raggiunge i 10 punti vince il gioco.

 

I Coloni di Catan è un gioco perfetto per avvicinarsi ai boardgame di nuova generazione. Il numero ideale di giocatori è quattro, ma anche in 3 si possono disputare partite avvincenti. La struttura random dell’isola assicura una certa varietà e il gioco stesso, benchè piuttosto semplice nel regolamento, offre una notevole profondità e lascia spazio a diverse strategie di gioco.

Scheda:

Giocatori: 3-4
Tempo: 90 minuti circa
Contenuto: 37 tessere esagonali Regione, 20 segnalini Insediamento di legno (5 per colore), 16 segnalini Città di legno (4 per colore), 15 segnalini Strada di legno (15 per colore), 95 Carte Risorsa, 25 Carte Sviluppo, 4 Tabelle dei Costi, 2 carte Bonus Speciale, 18 pedine numerate, 2 dadi a sei facce, 1 segnalino Brigante di legno, almanacco, foglio esempio, regolamento.
Lingua: il gioco è disponibile anche in italiano

I Coloni di Catanultima modifica: 2008-01-09T22:20:00+00:00da iodissociato
Reposta per primo quest’articolo